Headline »

14/02/2010 – 17:43

Il blog per gli ” Italiani in Costa Rica ” nasce nel 2009 come uno spazio a disposizione della comunità di Italiani che risiedono in Costa Rica e di coloro che vorrebbero trasferirvisi o semplicemente affrontare …

Leggi l'articolo completo »
In primo piano

Articoli selezionati per comprendere le diverse realtà del paese

esperienze Italiane

Le esperienze degli italiani nella storia della Costa Rica e di quelli che si sono trasferiti con successo .

News

Le novità su economia, cultura, turismo estratto dalle testate giornalistiche internazionali

vivere nel paese

L'anima, la cultura, le opportunità di un paese che attraverso le sue mille possibilità può aiutare a raggingere il sogno della felicità.

vivere verde

La nostra maniera di vivere la Costa Rica attraverso approfondimenti sulle tematiche sociali e ambientali

Home » In primo piano, selezionati per voi, vivere nel paese

Alcune curiosità della Costa Rica per comprendere il paese.

Inserito da on 03/05/2016 – 18:31
montezuma map

La Costa Rica, lo scriviamo da tempo, è per molti aspetti un paese speciale. Ho provato ad immaginare alcune caratteristiche che meglio di altre lo contraddistinguono ed è venuta fuori questa lista, non esaustiva ma di certo significativa.

pura vida“Pura Vida” non è solo un’ espressione: è una filosofia di vita.

Ascolterete di continuo questa espressione dai costaricensi, o  se preferite dai Ticos come usano chiamarsi. Al di la del significato letterale la frase si usa come saluto oppure per dire “grazie” o “prego” o che “va tutto bene”. Non di rado è usata anche  per sottolineare la necessità di accettare e alleggerire una qualche situazione della vita. Ma “pura vida” è anche una filosofia che va compresa perché significa sapere cogliere le cose semplici della vita, liberarsi da inutile stress e vivere in armonia con la natura. Sarà per questo che la Costa Rica è quasi sempre ai primi posti nelle classifiche dei paesi più felici del mondo ? In ogni caso è un’ arte che consigliamo di praticare.

autoGli indirizzi qui non sono necessari.

Quasi dovunque in Costa Rica non esistono nomi di strade e numeri civici. I Ticos sono abituati a dare indicazioni con i punti cardinali e le distanze in metri rispetto ad un punto noto. Potreste dunque sentire indicazioni del tipo:  “50 metri Nord e 150 metri Ovest dalla Chiesa di Santa Teresita” . In alcuni casi in ambito urbano potreste sentire parlare della “cuadra” che si riferisce all’isolato; ma attenzione perchè qui un isolato vale sempre 100 metri di lato anche se potrà misurare molto meno o più. E se il punto di riferimento non esiste più il Tico non si scoraggia affatto perchè vi dirà ad esempio : “…. 100 metri dall’antico albero di mango “. Sembra folle ma di solito funziona

nosaraQui è impossibile trovare una spiaggia affollata.

Con 1200 km di coste su due oceani la Costa Rica ha una quantità incredibile di splendide spiagge. Spiagge davvero per tutti i gusti: romantiche ed appartate, alla moda per sorseggiare un aperitivo con gli amici, per fare una cavalcata al tramonto, per fare snorkelling e pescare… E davvero molto raramente ne troverete una affollata ad eccezione delle festività natalizie ( La Navidad ) e di Pasqua (La Semana Santa) nelle quali è consigliato restarne rigorosamente lontani perchè tutti i Ticos vi si riversano in massa armati di tende, borse frigo, casse acustiche e tanto altro che spesso nuoce alla tranquillità altrui. In tutti gli altri periodi dell’ anno non è improbabile trovare invece ampi tratti di spiaggia in esclusiva per voi.

scimmiaLe scimmie sono ladre di grande talento.

Durante le escursioni nei  parchi nazionali della Costa Rica, in particolare a Manuel Antonio sul lato del Pacifico e a Cahuita sul lato caraibico, fate molta attenzione a certi furbissimi ladri. Deliziose, piccole, pelose e con coda prensile le scimmie Cariblanco o le Cappuccina, due delle quattro specie di scimmie native in Costa Rica, sono note per la loro capacità di aprire gli zaini lasciati incustoditi dai turisti ignari. Una volta che hanno la loro preda inseguirle è del tutto inutile, scompariranno tra i rami disseminando nella foresta quello che avete e trattenendo per se cibo, se ne trovano

casadoRiso e fagioli tutti i giorni ? provateci !

Iniziate la giornata con il “Gallo Pinto” il tipico piatto della colazione a base di fagioli e riso bene amalgamanti, cipolla, peperoncino e culantro servito con uova strapazzate o al tegamino, crema di formaggio e la onnipresente “salsa Lizano”. A pranzo raggiungete la vostra soda preferita ed ordinate un “casado” vera pietanza nazionale a base di riso, fagioli neri, insalata e platano maturo accompagnato da  carne, pollo o pesce.  Interesante la versione caraibica che si chiama “rice and beans” addolcita dal latte di cocco che viene aggiunta all’acqua di cottura. E per uno spuntino serale provate ( se ce la fate) un chifrijo, riso e fagioli conditi con ciccioli (pezzi di maiale fritte), accompagnati da “pico de gallo” (pomodoro tritato, coriandolo e cipolla con succo di lime)  oppure da un guacamole (avocado, cipolle pomodoro e peperoncino) servito con chips di mais fritto

caffèUn calzino è ciò che vi occorre per preparare un magnifico caffè.

Un nuovo arrivato in Costa Rica potrebbe visitare una cucina locale e chiedersi con un certo stupore a che serva un calzino sospeso su un piccolo cerchio di legno. Ebbene quel calzino non è  altro che un ingegnoso ed economico filtro per preparare un buon caffè “chorreado” che si ottiene semplicemente mettendo al suo interno la giusta dose e facendovi passare lentamente acqua molto calda. Il “chorreador” consente di preparare un ottimo “Cafecito“, Una bevanda molto diversa dal nostro caffè espresso ma, credetemi, l’aroma del buon caffè preparato in qual modo è irresistibile.

playa naranjoSolo due stagioni ! Tante stagioni

La Costa Rica, sul versante de Pacifico centrale, il più visitato del paese, ha tecnicamente solo due stagioni: il Verano,  ovvero l’ estate, che è la stagione secca e va da dicembre ad aprile, e l ‘invierno che è la stagione delle pioggia, detta anche la la stagione “verde”, che va da maggio a novembre. Durante la stagione secca la maggior parte del paese riceve poco o nessuna pioggia, e nella stagione delle piogge queste sono generalmente limitati ai pomeriggi e alla notte. E ‘ importante notare  tuttavia, che il lato caraibico del Costa Rica segue modelli di clima diversi e che può piovere in qualsiasi periodo dell’anno . Senza dimenticare che nel paese esistono almeno altre dieci zone climatiche differenti. Tutto questo per dire: che, qualsiasi situazione climatica preferiate, e in qualunque attività vogliate essere impegnati, non c’è mai un momento sbagliato per recarsi in Costa Rica.

mercado san JosèIl tempo in Costa Rica è il “Tempo Tico”

I costaricensi la chiamano ” la hora tica “, ed è un modo di concepire il tempo decisamente più rilassato rispetto al tempo normale. “Ceniamo alle otto “, per esempio,  potrebbe essere interpretato come ” la cena sarà alle otto e trenta  o anche alle nove”. Il Tempo Tico, è parte di ciò che rende Costa Rica come un luogo in cui è facile fuggire dalla struttura rigida che regola la vita quotidiana ed il tempo di tanti di noi. Questo fenomeno è ben chiaro anche nel linguaggio  La parola ahora, che significa ” adesso” in spagnolo, qui significa invece ” dopo” o ” in un momento imprecisato nel futuro”. Così se vi dicono ” ahora lo hago” non significa altro che  ” lo farò dopo ” o ” lo farò tra un pò “. Ma di certo non adesso. Considerata l’innata gentilezza dei Ticos potreste al massimo sentirvi dire: “ahorita ” che addolcisce di molto una pillola che per noi può essere piuttosto amara ma, credetemi, assolutamente inevitabile.

chiguirroAscoltare un uccellino è il miglior modo per prevedere il tempo.

Ogni anno a colpo sicuro, alla fine dell’estate del Costa Rica, il yigüirro un delizioso uccello color argilla canta per anticipare l’inizio della stagione delle piogge. Lo sentirete senza dubbio con la sua alta voce poco prima dell’alba, quando state ancora dormendo. In un paese noto per le specie aviarie sgargianti, è proprio lui, anonimo nella sua livrea poco appariscente, che è stato scelto come l’uccello nazionale del Costa Rica per il suo canto melodioso che annuncia le piogge imminenti.

Lascia un commento

Add your comment below. You can also subscribe to these comments via RSS

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

You can use these tags:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> 

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar


*