Headline »

14/02/2010 – 17:43

Il blog per gli ” Italiani in Costa Rica ” nasce nel 2009 come uno spazio a disposizione della comunità di Italiani che risiedono in Costa Rica e di coloro che vorrebbero trasferirvisi o semplicemente affrontare …

Leggi l'articolo completo »
In primo piano

Articoli selezionati per comprendere le diverse realtà del paese

esperienze Italiane

Le esperienze degli italiani nella storia della Costa Rica e di quelli che si sono trasferiti con successo .

News

Le novità su economia, cultura, turismo estratto dalle testate giornalistiche internazionali

vivere nel paese

L'anima, la cultura, le opportunità di un paese che attraverso le sue mille possibilità può aiutare a raggingere il sogno della felicità.

vivere verde

La nostra maniera di vivere la Costa Rica attraverso approfondimenti sulle tematiche sociali e ambientali

Home » cultura, News, selezionati per voi, Turismo sostenibile

Alla Costa Rica un riconoscimento internazionale per la sua legge sulla biodiversità

Inserito da on 26/10/2010 – 16:05

La Costa Rica ha vinto ieri il premio  “Politica futura 2010” per la sua  legge sulla biodiversità (la n. 7788) che è stata ritenuta una normativa esemplare per promuove sia la conservazione che l’ utilizzo delle risorse naturali.

Il premio è stato consegnato dal World Future Council, una prestigiosa organizzazione non governativa con sede ad Amburgo, nel corso di una cerimonia a Nagoya, in Giappone, organizzata nel contesto del vertice delle Nazioni Unite sulla Biodiversità 2010.

La legislazione costaricense cui si riferisce questo riconoscimento è stata promulgata nel 1998 ed è il risultato di un processo partecipativo che ha coinvolto, tra gli altri, agricoltori popolazioni locali, scienziati e imprenditori .

Lorena Ana Guevara, vice ministro dell’ Ambiente, Energia e Telecomunicazioni (Minaet), ha dichiarato: “La nostra legge è stata sviluppata  in soli due anni attraverso un percorso partecipativo che ha poi condotto alla sua approvazione ed attuazione . “

Nella cerimonia, svoltasi presso la Ambasciata Giapponese del Costa Rica, si è preso atto che il Costa Rica è il primo paese in via di sviluppo che ha saputo arrestare e invertire il processo di deforestazione oltre che riuscire a proteggere il 26% del territorio nazionale ” divenendo nel contempo anche pioniere mondiale nel paese cosiddetto ecoturismo “. La Costa Rica non si è candidata per il premio, ma è stata la stessa organizzazione ad attribuirlo in piena autonomia. Tra i sedici paesi candidati i sei finalisti sono stati : Costa Rica, Giappone, Norvegia, Australia, Namibia e Filippine.

La conservazione, l’ uso sostenibile e la condivisione equa delle risorse naturali sono gli obiettivi perseguiti dai paesi che aderiscono alla Convenzione  per la Diversità Biologica (CBD) con la quale si spera diventi possibile regolare i rapporti tra paesi del nord del pianeta che dispongono di maggiori risorse finanziarie e tecnologiche, e quelli del sud, che dispongono ancora di una ricca biodiversità ma di pochi mezzi per la loro conservazione

La maggior parte dei paesi hanno compiuto sforzi per la conservazione, ma la questione dell’ uso delle risorsa è ancora complicato. Per questo l’esperienza costaricense è un modello politico per facilitare l’accesso alle risorse genetiche e biochimiche “, ha detto Guevara. Lo scienziato Rodrigo Gamez, presidente dell  Istituto Nazionale della Biodiversità (INBio), d’accordo con il viceministro Guevara, ha aggiunto che la legge n. 7788 pone una giusta enfasi sulla conoscenza e la regolamentazione del bioprospezione. Quest’ultima è la ricerca di piante e microrganismi nei boschi del paese dai quale è possibile generare composti di interesse per la fabbricazione di farmaci, detersivi, nuovi materiali e numerosi altri prodotti.

Tags: ,