Headline »

14/02/2010 – 17:43

Il blog per gli ” Italiani in Costa Rica ” nasce nel 2009 come uno spazio a disposizione della comunità di Italiani che risiedono in Costa Rica e di coloro che vorrebbero trasferirvisi o semplicemente affrontare …

Leggi l'articolo completo »
In primo piano

Articoli selezionati per comprendere le diverse realtà del paese

esperienze Italiane

Le esperienze degli italiani nella storia della Costa Rica e di quelli che si sono trasferiti con successo .

News

Le novità su economia, cultura, turismo estratto dalle testate giornalistiche internazionali

vivere nel paese

L'anima, la cultura, le opportunità di un paese che attraverso le sue mille possibilità può aiutare a raggingere il sogno della felicità.

vivere verde

La nostra maniera di vivere la Costa Rica attraverso approfondimenti sulle tematiche sociali e ambientali

Home » Ambiente, natura e paesaggi

Felini in Costa Rica.

Inserito da on 12/04/2014 – 15:51
jaguar

Anna Venturini vi invita a conoscere le diverse specie di felini della Costa Rica, una realtà in via di estinzione…

……

In Costa Rica vivono numerose specie di felini, tutte rare e a rischio di estinzione. Nonostante  tutte le specie siano oggi protette,  sia quelli di grande che di piccola dimensione rifuggono gli uomini ed è molto raro vederne in libertà: caccia e deforestazione hanno ridotto il numero di esemplari e ristretto lo spazio del loro habitat. Come tutti i felini sono eleganti e grandi predatori, la maggioranza caccia in solitario e nelle ore notturne. Lo splendido pelo maculato, che avrebbe dovuto proteggerli e renderli mimetici durante il giorno, è stato invece la condanna alla caccia  e alla quasi estinzione.

JaguarundiNel paese si trovano felini di molte dimensioni diverse, dal Jaguar (felis onca) conosciuto come “el tigre”, il cui peso supera i 100 kg, fino alla piccola Oncilla (felis tigrina), simile ad un gatto.

Al Jaguar sembra piacere molto l’acqua, abitudine normalmente poco usuale tra i felini, e spesso vive tra i manglari  e coste con vegetazione molto fitta, dove pesca e caccia tartarughe e piccoli mammiferi. Accade spesso che attacchi i cervi liberi e si avvicini al bestiame creando problemi agli allevatori, che spesso non lo considerano un tesoro nazionale, ma un vero e proprio pericolo. Negli ultimi anni comunque gli attacchi sono diminuiti e gli esemplari del “tigre” si rifugiano soprattutto nei parchi del Tortughero, di Santa Rosa e del Corcovado.

puma

Il Puma, o “leon de montana” (felis concolor) ha quasi le stesse dimensioni del Jaguar ed è diffuso in tutto il continente americano, dal Canada alla Patagonia. Gli storici spagnoli del 1600 ne riportano spesso la presenza, in cacce o avvistamenti, essendo la specie ancora abbastanza diffusa.

Il Jaguarundi’ o “leon brenero” (felis yagouaroundi) è molto piu’ piccolo, ha zampe corte e curiosamente piatte. Vive in habitat diversi, e a differenza dei puma, si trovano anche in zone meno alte del paese.

L’Ocelot o Manigordo (felis pardalis) ha una splendida pelliccia, abitudini notturne e caccia al suolo, il che lo rende abbastanza vulnerabile, mentre il Margay o “tigrillo” (felis wiedii), simile ad un piccolo Ocelot con una lunga coda, si arrampica con agilità ed è l’unico felino che si arrampica con la testa all’ingiù.

ocelot

Alcune specie feline, ancora presenti nel paese, hanno pagato un prezzo assai alto pel la bellezza delle loro pellicce. Ci si augura che possano aspettarsi un futuro migliore, grazie al cambio di tendenza nella sensibilità e nella moda, e soprattutto alla proibizione del commercio di pellicce.

Tags: ,