Headline »

14/02/2010 – 17:43

Il blog per gli ” Italiani in Costa Rica ” nasce nel 2009 come uno spazio a disposizione della comunità di Italiani che risiedono in Costa Rica e di coloro che vorrebbero trasferirvisi o semplicemente affrontare …

Leggi l'articolo completo »
In primo piano

Articoli selezionati per comprendere le diverse realtà del paese

esperienze Italiane

Le esperienze degli italiani nella storia della Costa Rica e di quelli che si sono trasferiti con successo .

News

Le novità su economia, cultura, turismo estratto dalle testate giornalistiche internazionali

vivere nel paese

L'anima, la cultura, le opportunità di un paese che attraverso le sue mille possibilità può aiutare a raggingere il sogno della felicità.

vivere verde

La nostra maniera di vivere la Costa Rica attraverso approfondimenti sulle tematiche sociali e ambientali

Home » News

Gli USA in Costa Rica per la guerra al narcotraffico ?

Inserito da on 18/07/2010 – 09:42

Il Partido Unidad Socialcristiana de Costa Rica, all’opposizione, ha presentato un ricorso presso la Corte Costituzionale contro l’autorizzazione concessa dal Parlamento all’ingresso nel Paese di uomini e mezzi militari Usa nell’ambito di un accordo per il contrasto al narcotraffico. Grazie all’intesa sostenuta dal capo di Stato Laura Chinchilla e’ previsto l’arrivo in Costa Rica di 46 navi da guerra e fino a settemila militari, oltre ad aerei e elicotteri. L’iniziativa e’ stata approvata dall’Assemblea nazionale la scorsa settimana, rinnovando, fino alla fine delle anno, un accordo per il pattugliamento delle acque nazionali in base a un accordo vigente dal 2000. Precedentemente pero’ l’intesa non prevedeva un dispiegamento di forze come quello previsto nei prossimi mesi e questo ha suscitato forti polemiche in un Paese che ha abolito l’esercito da oltre 50 anni.

La “presidenta” aveva risposto alle accuse di militarizzazione del Paese sostenendo che “si tratta degli stessi accordi firmati negli ultimi dieci anni”, sottolineando che le imbarcazioni militari non saranno tutte contemporaneamente nelle acque nazionali ed evidenziando che le operazioni saranno condotte da forze di polizia e guardacoste e non da uomini della marina o dell’esercito statunitensi.

Tags: , ,