Come organizzare un viaggio in Costa Rica: parte seconda

0

Ricerca dell’alloggio
Cercare una camera, un appartamento o un’intera casa in Costa Rica è davvero molto semplice poiché il Paese è perfettamente preparato all’accoglienza dei numerosi turisti che giungono ogni anno.
Basta mettersi al computer ed effettuare una ricerca sui numerosi portali turistici come Booking, Expedia, Airbnb…Ma se volete un consiglio, cercate di contattare direttamente la struttura che ha attratto la vostra attenzione, quasi sicuramente il prezzo che vi proporrà sarà più basso di quello del portale!
Inoltre, a meno che non siate in alta stagione, potete anche decidere di non prenotare in anticipo il vostro soggiorno, e di scegliere, di volta in volta, le varie strutture in cui intendete soggiornare, il che vi permetterà di avere molta più libertà nell’organizzazione delle varie tappe del vostro viaggio (questo discorso si può estendere anche al noleggio dell’auto).

Cosa fare in Costa Rica
La Costa Rica è un paese rigoglioso dove la natura si manifesta in tutto il suo splendore grazie alla straordinaria biodiversità del territorio ed offe una combinazione perfetta tra relax, avventura, cultura, buona cucina e fauna selvatica. I visitatori trovano in questo paese un paradiso di avventura ambientato in un paesaggio naturale tanto bello quanto sicuro. Oltre ad essere uno dei pochi paesi al mondo senza esercito, è anche la patria di quattro siti del patrimonio mondiale certificati dall’UNESCO.

Il territorio è suddiviso in 29 parchi naturali, 19 rifugi di vita silvestre, 8 riserve biologiche e svariate aree protette che attraggono gli amanti delle attività eco turistiche. L’offerta di escursioni e gite è molto varia e include: canopy, ponti sospesi, passeggiate a cavallo, rafting, kayak, immersioni e snorkeling, surfing, osservazione di uccelli, scalate, escursioni nei parchi e molto altro ancora!

Questo “prodotto turistico” non ha soltanto l’obiettivo di offrire bellissime esperienze ai turisti, bensì educa i visitatori all’importanza di proteggere le risorse naturali.
In questo paese i turisti, senza necessità di percorrere lunghe distanze, possono ammirare la maestosità dei vulcani, le spiagge del Pacifico e dei Caraibi, i boschi tropicali secchi, umidi e pluviali e degli esuberanti paesaggi delle selve.

Dove andare?
Guanacaste

L’unità turistica del Guanacaste comprende la costa pacifica della Costa Rica dal limite nord con il Nicaragua fino allo sbocco del fiume Bongo nella penisola di Nicoya. Quest’unità ha un’importante porzione di patrimonio naturale e culturale costaricense con un significativo numero di aree protette che includono ecosistemi acquatici, terrestri, di montagna e costa, nei quali territori la vita si sviluppa con esuberanza.
La bellezza imparagonabile dei suoi paesaggi che vanno dal bosco secco tropicale fino al bosco montano basso e il suo calido clima, così come la sua fertile natura hanno fatto del Guanacaste uno dei posti più visitati dal turismo locale e internazionale ed è una delle regioni di maggior sviluppo di tutto il paese.
Lungo il litorale guanacasteco si trovano numerose spiagge di sabbie bianche bagnate dalle calde acque dell’Oceano Pacifico con le sue sfumature di azzurri intensi.

Caraibi
Quest’area turistica comprende la costa caraibica costaricense che si estende dal fiume San Juan fino al fiume Sixaola, alla frontiera con Panama. La città di Limón si trova nel settore centrale dell’area turistica e costituisce un centro di scalo e distribuzione dei turisti.
Nella zona settentrionale, le principali attrazioni sono deposizione delle uova delle tartarughe verdi sulle spiagge del Parco Nazionale di Tortuguero e il Rifugio Nazionale di Fauna Selvatica Barra del Colorado, posto privilegiato per la pesca sportiva e mondialmente riconosciuto per l’osservazione delle tartarughe e degli uccelli.
Cultura afrocaraibica e numerose risorse naturali si possono trovare invece nelle località di Cahuita, Puerto Viejo e Gandoca – Manzanillo, situate nel settore sud dell’area turistica con spiagge meravigliose ed incontaminate, nelle quali si possono praticare diverse attività d’avventura e si può conoscere la storia naturale che si aggiunge alla cultura, alla gastronomia e alla musica. Sono da mettere in evidenza gli scogli corallini, le spiagge di sabbie multicolori (da nere, gialle e grigie), la vegetazione costiera selvaggia e i boschi di media altezza.
Grande attrazione della zona è il Parco Nacional Cahuita, uno dei parchi più belli ed importanti del paese, la cui ricchezza si trova soprattutto nel mare che possiede una biodiversità unica.

Puntarenas
L’unità turistica di Puntarenas e delle isole del Golfo si caratterizza per la discontinuità spaziale, infatti include un settore della penisola di Nicoya e dellla città di Puntarenas.
Puntarenas è una delle regioni turistiche più importanti della Costa Rica, le sue coste sono adornate da abbondanti isole, insenature, spiagge e tesori naturali di grande bellezza che ne fanno una destinazione turistica per eccellenza.
Il suo principale centro è la città di Puntarenas e nel suo sviluppo turistico prevalgono maggiormente gli hotel e le cabine tradizionali vicino al mare.
Il settore peninsulare ha importanti centri di sviluppo turistico come Tambor, Santa Teresa e Montezuma, con un’indiscutibile bellezza naturale, dove le spiagge ed il sole la fanno da protagonisti, ma anche la Riserva Naturale Assoluta di Cabo Blanco, le isole di San Lucas, Chira, Tortuga e l’isola del Coco sono molto interessanti.
La zona di Monteverde, situata a nord della città di Puntarenas, è una delle più importanti a livello nazionale ed internazionale, infatti è conosciuta a livello mondiale per gli sforzi fatti a favore della conservazione e per lo stile di vita incentrato sul rispetto della natura.
L’attrazione principale è la Riserva Biologica di Monteverde, tuttavia c’è una grande varietà di posti naturali da conoscere, vie pittoresche da percorrere e flora e fauna in generale da osservare; si possono inoltre fare delle passeggiate, scivolare sui cavi del canopy, camminare sui ponti sospesi o visitare la “lepidotteroteca” (lo zoo delle farfalle) e lo stagno delle rane.

…La terza ed ultima parte la troverete nel prossimo articolo…Continuate a seguirci!

Condividi