Costa Rica: quando partire ?

0

Ricevo spesso questa domanda e vorrei dunque dare qualche rapida informazione al riguardo. La maggior parte delle persone vorrebbe partire quando il tempo è “buono” ovvero non piove ( troppo ), non fa troppo caldo o troppo vento o troppo qualcosa . Insomma tutti vorrebbero partire quando il clima è mite perchè una situazione di equilibrio sembra accompagnare meglio quel viandante che sarebbe così  “al centro” dell’esperienza di viaggio  e fare del “buon clima” l’ indispensabile sottofondo di benessere .

La richiesta è legittima ma da questo punto di vista il clima della Costa Rica si pone invece lui “al centro del viaggio ” e non si presta a previsioni attendibili sia perchè dispone di almeno una dozzina di microclimi diversi che cambiano nel giro di pochi kilometri, sia perchè i cambiamenti climatici che affliggono anche questa parte del mondo non consentono di fare più molto affidamento sulle regole .

In linea di massima se non volete provare l’ebbrezza delle piogge torrenziali tropicali, a mio avviso una bella esperienza, specie se non  disponete di ombrello, vi consiglio di andare  in Costa Rica nei mesi compresi tra dicembre e aprile, quando la stagione è definita “secca ” ( e proprio per questo la gente vi si riversa in massa )

Semplificando molto possiamo dire che il clima segue queste tendenze.

Nella regione centrale del Paese ( Valle Central e altopiani ) il clima è temperato, con una temperatura media di 20/24 gradi che di notte puà scendere anche sensibilmente. Le zone montuose raggiungono invece temperature molto più rigide per tutto l’anno .

Le zone costiere sono caratterizzate da un clima tropicale umido con una temperatura più elevata ma differenze sostanziali, soprattutto nel regime delle piogge, tra il versante Pacifico e quleoo Atlantico .

Il versante Pacifico è infatti decisamente il più caldo: la temperatura media raggiunge quasi i 30 gradi, con punte anche molto maggiori in pieno giorno e nel pieno della stagione secca. Il Nord Pacifico è più secco e ventoso, mentre nel Sud Pacifico, presenta una maggiore piovosità ed umidità . Il periodo che va da Maggio a Novembre è quello più umido con piogge, e temporali anche violentissimi che possono protrarsi per giorni o settimane; in queste condizioni  il soggiorno nel Paese puà essere veramente molto ” bagnato ” ma portatore di benefici effetti sulla vegetazione tropicale . Non va tuttavia dimenticato che  condizioni atmosferiche di questo tipo possono influire sulla viabilità relativa a strade e ponti e si richiede perciò particolare prudenza negli spsoatamenti. Il periodo che va da Dicembre ad Aprile è quello della cosiddetta periodo che corrisponde all’alta stagione turistica .

Il versante Atlantico, generalmente più piovoso di quello Pacifico, presenta temperature medie annuali più basse ed omogenee durante tutto l’anno con una media di 25 gradi e punte di 30 in pieno giorno. A differenza dell’ altro litorale qui la distribuzione delle piogge avviene su base giornaliera , senza una ben definita stagione secca ed umida .

Una mia personale opinione è che non dovreste farvi condizionare troppo dal clima ed ossessionare dalle ” previsioni del tempo ” . Il paese sa essere affascinante in ogni occasione e con ogni condizione climatica e credo che infine vivere una esperienza di viaggio nella Costa Rica cercando di prevederne il clima, come ogni altra cosa, può essere davvero frustrante .

Senza contare che chi viaggia in ” bassa stagione ” , come sempre, può scegliere tra offerte di viaggio molto vantaggiose .

Pura vida è anche questo !

——

Se proprio l’argomento vi interessa potete approfondirlo in questa pagina che rimanda anche al sistema di previsioni metoerologiche del paese .

Condividi

I Commenti sono disabilitati.